Come diventare un interior designer

con Nessun commento

Quella dell’Interior Designer, ovvero l’arredatore o progettista di interni, è senza dubbio una delle figure professionali oggi più ricercate.

Si tratta di una professione in ascesa, richiesta nell’ambito dell’architettura privata o pubblica nonchè dalle aziende che si occupano di arredamento o progettazione e realizzazione di oggetti di design, anche industriale.

Ma come si diventa Interior Designer e quale percorso di studi bisogna compiere per intraprendere questa professione?

 

SCELTA DEL PERCORSO DI STUDI DA INTRAPRENDERE

 

mobili online a prezzi outletL’Interior Designer deve avere una solida preparazione tecnica e teorica.

Preparazione che può essere acquisita attraverso un percorso di studi di tipo universitario e completarsi con la frequenza di corsi di specializzazione post laurea o master.

Il percorso più consigliato è quindi senza dubbio la laurea triennale in Architettura, quella in Interior Design o in Design di diverso tipo, conseguibile presso Università, Politecnici, Accademie o istituti privati presenti su tutto il territorio nazionale.

Le materie impartite mirano a fornire ai singoli studenti le competenze necessarie in settori quali, tra gli altri: progettazione, studio dei materiali, edilizia, grafica, arte e comunicazione visiva.

Chi invece già lavora nel settore dell’architettura e intende indirizzare la propria attività verso la progettazione di interni potrà frequentare dei corsi di formazione appositamente creati per i professionisti che vogliono ampliare le proprie competenze o il proprio bagaglio culturale e professionale.

 

FORMAZIONE POST LAUREA

 

Una volta ottenuto il titolo di studio triennale è possibile proseguire il proprio percorso formativo universitario attraverso il conseguimento di una laurea magistrale oppure, in alternativa, frequentare dei corsi di specializzazione o master di primo livello.

Le specializzazioni sono molteplici e permettono di dare libero sfogo alla propria vocazione e al proprio senso estetico nei diversi campi in cui è richiesta la figura del progettista di interni.

Se infatti inizialmente le consulenze si limitavano alla progettazione o ristrutturazione di spazi abitativi privati, al giorno d’oggi invece sono sempre più numerosi i settori in cui è possibile operare: dalle già citate abitazioni private, anche di lusso, si passa agli spazi pubblici e commerciali, per finire con la progettazione e l’arredamento di yacht e imbarcazioni da diporto grazie al corso di laurea in Design navale e nautico.

 

PROSPETTIVE PROFESSIONALI

 

A prescindere dal titolo universitario conseguito o dalla specializzazione prescelta, l’Interior Designer rappresenta oggi una figura professionale tra le più richieste.

Ogni progettista può scegliere se lavorare in maniera autonoma aprendo il proprio studio di consulenza e progettazione di interni oppure unirsi in società con altri operatori del settore per offrire ai potenziali clienti un servizio in grado di rispondere alle loro esigenze a 360 gradi.

Inoltre, non va dimenticato che moltissime aziende mostrano sempre molto interesse nei confronti delle figure in grado di creare e sviluppare prodotti di design innovativi e all’avanguardia e sono quindi sempre alla ricerca di Interior Designer da inserire all’interno del proprio staff di professionisti.