Il diploma di maturità superiore.

con Nessun commento

Il Diploma di maturità superiore, conosciuto più comunemente come Esame di Stato, è l’esame conclusivo del ciclo di studi pre-universitari.

In Italia vi si accede solo dopo che lo studente ha dimostrato, tramite la media dei suoi voti, di essere in grado di affrontare questo importante test.

Infatti con una media inferiore a 6.00 l’accesso all’esame sarà negato, e lo studente dovrà ripetere l’anno scolastico. Tra gli studenti l’esame di stato genera molto timore soprattutto a causa dei cosiddetti “membri esterni”.

La commissione d’esame è composta da tre docenti interni e 4 esterni, provenienti cioè da un altro istituto scolastico. Questa regola fa si che gli studenti siano giudicati in modo imparziale e corretto.

L’esame consiste in tre o quattro prove scritte e una prova orale finale. La prima prova scritta è univoca per tutte le scuole italiane, e viene inviata direttamente dal ministero a tutte le scuole in cui si svolgeranno gli esami. La seconda prova varia a seconda dell’orientamento didattico dell’istituto.

Per il liceo scientifico solitamente si tratta di una prova di matematica o fisica. Per gli istituti IGEA ci sarà una prova specifica e per gli istituti linguistici un test di lingue. La terza prova è un questionario incentrato su tutte le materie, con domande abbastanza specifiche per testare la conoscenza della materia.

La prova orale è quella maggiormente temuta dagli esaminandi, in particolar modo dalle persone fortemente emotive, che mal tollerano lo stress del faccia a faccia con i professori.

Per affrontare al meglio il diploma di maturità superiore è necessario, idealmente, studiare con diligenza fin dal 1 anno di liceo, e ripassare periodicamente il materiale appreso negli anni precedenti, in modo da arrivare al quinto anno con solidissime basi.

La mole di argomenti che si devono apprendere è tale che non è proponibile passare l’esame se ci si è impegnati in modo incostante durante gli ultimi anni del liceo. Solo chi mantiene una media accettabile (non necessariamente alta ma superiore a 6.00) riuscirà con un moderato sforzo a prepararsi per l’esame e passarlo discretamente.